Circolo Didattico di Pavullo nel Frignano MO

Bisogni Educativi Speciali - APPROFONDIMENTI

Bisogni Educativi Speciali - APPROFONDIMENTI

Creata il 18-09-2013 alle 09:47 da segreteria, ultimo aggiornamento il 03-11-2014 alle 09:20

L’espressione “Bisogni Educativi Speciali” (BES) è entrata nel vasto uso in Italia dopo l’emanazione della Direttiva ministeriale del 27 dicembre 2012 “Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica“. La Direttiva stessa ne precisa succintamente il significato: “L’area dello svantaggio scolastico è molto più ampia di quella riferibile esplicitamente alla presenza di deficit. In ogni classe ci sono alunni che presentano una richiesta di speciale attenzione per una varietà di ragioni: svantaggio sociale e culturale, disturbi specifici di apprendimento e/o disturbi evolutivi specifici, difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse”.
L’utilizzo dell’acronimo BES sta quindi ad indicare una vasta area di alunni per i quali il principio della personalizzazione dell’insegnamento, sancito dalla Legge 53/2003, va applicato con particolari accentuazioni in quanto a peculiarità, intensività e durata delle modificazioni.
Nei settori che seguono sono stati raccolti materiali e documentazioni, sia prodotti dalla Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna sia da Enti esterni, che possono fornire alle istituzioni scolastiche e alle famiglie un supporto alla conoscenza dei vari problemi raccolti sotto l’acronimo BES e all’attuazione di interventi didattici maggiormente mirati ed efficaci.

 

Con la nota prot. 6721 del 29 maggio 2013 il Vice Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna pone all’attenzione delle istituzioni scolastiche il tema dei percorsi di insegnamento personalizzato per alunni in difficoltà (per motivi diversi).

In allegato si pubblica anche un esempio di possibile Piano Annuale per l’inclusività.

 

Con la nota prot.13588 del 21 agosto 2013 “Bisogni Educativi Speciali. Approfondimenti in ordine alla redazione del piano annuale per l’inclusività nell’ottica della personalizzazione dell’apprendimento. Materiali per la formazione dei docenti a.s. 2013-2014″, il Vice Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna riprende il tema dei Bisogni Educativi Speciali nell’intento di coordinare l’azione delle scuole

qui di seguito si rende disponibile il collegamento al sito dell'Ufficio Scolastico Regionale dove reperire materiali e normativa relative all'argomento.

http://ww3.istruzioneer.it/bes/

 

[torna in alto]

Codice XHTML 1.0 Strict valido Codice CSS2 valido Conforme allo standard di accessibilitàWCAG 2.0 (Level AA) Soddisfa i nuovi adempimenti del Decreto legislativo n.33/2013